Il ponte

Roberto Castello firma le coreografie di “Vieni via con me”

 
La danza indipendente d’autore è - finalmente! - in televisione, su Rai3. Grazie alla scelta di affidare alle coreografie di Roberto Castello la chiusura in diretta televisiva delle quattro puntate, Vieni via con me si avvale per la prima volta di una sintassi e un alfabeto nuovi per la televisione italiana: quelli della danza contemporanea d’autore.

Questo è il link per rivedere la danza della sigla finale della trasmissione:
 
"Quel balletto su una versione sempre più veloce della canzone di Paolo Conte che dà il titolo al programma, quel balletto inquietante e frenetico stile Blade Runner o l'epilogo di Strange Days, con i volti dei grandi italianiA279; sui pannelli dello sfondo, e quei ballerini strepitosi ma vestiti trasandati e danzanti su macerie, ballerini che sanno muovere a ritmo perfino gli addominali e le guance. Beh, quel balletto è stato uno dei momenti più belli della tv degli ultimi anni." da il Sole24ore
 
Roberto Castello, coreografo noto per l'ironia che pervade le sue opere e per la sua sensibilità ai temi sociali e politici, insieme a 28 danzatori (16/18 a intervento), realizzerà con Duccio Forzano, il regista della trasmissione, una sigla di chiusura diversa per ogni puntata.

Il tema è quello di una danza sulle macerie di questo sconcertante paese. Per fare questo Castello ha creato per l'occasione un super gruppo costituito in parte da alcuni fra più importanti autori e interpreti della danza contemporanea italiana, e in parte da un agguerritissimo gruppo di giovani danzatori. Alcuni degli interpreti non sono dunque semplici esecutori, bensì veri e propri coautori della coreografia in quanto danzano estrapolazioni di loro lavori preesistenti riadattati al contesto della trasmissione.

La prima puntata (quella dell'8 novembre) è dunque costituita da 11 micro-quadri simultanei. Situazioni e nano narrazioni che si dipanano sulle note di un frenetico arrangiamento strumentale di “Vieni via con me” di Paolo Conte e, seguendone il travolgente crescendo, sfocia in una parossistica danza collettiva. Una rappresentazione straniata ed esilarante dello stato dei tempi.

Nel percorso della compagnia e di Roberto Castello, questa esperienza televisiva viene a rappresentare la nona parte de Il migliore dei mondi possibili, nonché ultima spettacolare dal titolo Sfavillante – il progetto si concluderà infatti con una pubblicazione.
Se nel 2002 la prima parte (La forma delle cose – vincitore premio Ubu 2003) esordiva con un triste zapping televisivo di fronte allo schermo, adesso Castello e la compagnia, per una curiosa simmetria del destino, sono finiti a dare forma al caos da dietro allo stesso schermo.

....................................................................................

Coordinamento produzione/ALDES
Stefania Donnini - tel. 338 1209869

Info/ALDES
www.aldesweb.org
tel. 0583 975089 – 348 3213504
Silvia Albanese
Caterina Pasqui
..................................................................................

All./ Credits
sigla di "Vieni via con me"

Compagnia ALDES
Progetto coreografico di Roberto Castello

In collaborazione e con:
Michele Abbondanza
Alessandro Bernardeschi
Antonella Bertoni
Raffaella Giordano
Giorgio Rossi
Caterina Sagna

Biagio Caravano
Fabio Ciccalè
Silvia Gribaudi
Alessandra Moretti
Mariano Nieddu
Stefano Questorio
Aldo Rendina
Ambra Senatore

e con:
Caterina Basso
Silvia Berti
Luca Campanella
Elisa Capecchi
Claudia Catarzi
Sara Catellani
Luisa Contessa
Valentina Moar
Fabio Pagano
Stefania Rossetti
Irene Russolillo
Sara Simeoni
Luca Tomao
Irene Urati

Assistente alla coreografia: Ilaria Landi
Coordinamento produzione: Stefania Donnini
 


 

 



Scritto da redazionale| Articolo postato il 17-11-2010
Invia un commento

Commenti:
Non ancora approvati: 1