Il ponte

Puzza di Medioevo

Preferite morire di fame o mangiare un giorno sì e un giorno no? Questo il testo del referendum. Che il popolo si esprima! Toh, guarda: il 99% degli aventi diritto ha scelto di mangiare un giorno sì e un giorno no! Ha vinto il buon senso. Soltanto l’1% , tutti militanti del gruppo Won Masoch, ha scelto il digiuno terminale. Quindi noi, Padroni, invece di andarcene in Burkina Faso, dove mangiano solo ogni giovedì e non si lamentano neppure, restiamo qui, nel Bel Paese, semmai mandiamo i nostri piccoli risparmi all’estero, in quei Paradisi dove si mangia ogni cinque minuti, aragoste e caviale beluga. No, non ringraziateci: è un piacere sfruttare la gente di casa, gente che parla la tua stessa lingua, che tifa la tua stessa squadra ai mondiali (almeno finché la Padania non si farà una sua Nazionale), gente che è capace di godersi un bel piatto di spaghetti ogni 48 ore e per il resto del tempo, sta incollata alla catena di montaggio, respirando il meno possibile!

E’ così affascinante questa nuova Italia! Sembra di vivere sul set di un film in costume. Col popolo lacero e sottomesso, i capitalisti brutti e cattivi, i partiti d’opposizione ridotti a pura democrazia ornamentale: non si può non averli, come i piattini da dolce ma non è che rinunci alla tua fetta di torta, se qualcuno te li ha mandati in frantumi, si può sempre ricominciare a mangiare con le mani. Non lo sentite, nell’aria qquesto rustico afrore di medioevo? La domanda è: ripasseremo per l’illuminismo e per il romanticismo? Avremo un momentino di marxismo? A un certo punto salterà fuori, da una quinta di cartapesta, dopo aver spezzato le sue catene, un muscoloso Spartacus pronto alla rivolta oppure dobbiamo implodere nel nonsense, inchiodati a quesiti cui non siamo in condizioni di rispondere?

Lidia Ravera, su l'unità del 24 giugno 2010



Scritto da Lidia Ravera| Articolo postato il 25-06-2010
Invia un commento

Commenti:
Non ancora approvati: 12